logo_injectosond_white

Tecnologie di riferimento

Icona%20tiranti2020
Tiranti
icona%20diaframmi%20plastici
Diaframmi plastici
Icona%20iniezioni%20chimico cementizie
Iniezioni chimico cementizie
Icona%20iniezioni%20chimico%20cementizie
Jet-Grouting
Icona%20micropali
Micropali
Icona%20Pali
Pali
Icona%20pareti%20chiodate
Pareti chiodate
Soil nailing
Icona%20iniezioni%20chimico%20cementizie
Perforazioni guidate
Icona%20sondaggi
Sondaggi
Icona%20tiranti2020

Tiranti

Elementi strutturali costituiti da barre o trefoli in acciaio armonico, realizzati per trasferire il carico di trazione a sub strati profondi e stabili.
Gli elementi costitutivi del tirante sono:

  • Componenti e densità della miscela

  • Velocita di rotazione

  • Velocità di traslazione verticale

Fasi lavorative

  • Perforazione a distruzione di nucleo fino al raggiungimento della massima profondità massima di trattamento;

  • Iniezione del fluido di consolidamento attraverso ugelli calibrati e contestuale rotazione e traslazione verticale dell’asta.

Parametri di progetto

  • il tratto libero, intermedio costituiti dall’ armatura in acciaio che collega e trasmette la trazione fra la testata ed il tratto attivo;

  • la testata costituita da dispositivo di bloccaggio e dalla piastra di ripartizione collegata alla struttura da sostenere.

placeholder imageplaceholder image
placeholder image
Iniezioni_chimico_cementizie_injectosond

diaframmi plastici

Il diaframma è realizzato mediante scavo nel terreno con apposite macchine dotate di benne mordenti o fresanti che penetrano verticalmente nel terreno nello spazio delimitato da due cordoli guida perimetrali.
A seguito dello scavo del singolo pannello verticale, le cui dimensioni corrispondono alle dimensioni nominali dell’utensile, viene posta in opera la gabbia di armatura ed eseguito il getto di riempimento in cls.
Il diaframma è quindi costituito da una serie di pannelli accostati, le superfici di contatto tra un pannello e l’altro vengono denominati “giunti”.
Per evitare crolli di materiale della parete, durante la fase di scavo il pannello viene tenuto contestualmente pieno di fanghi bentonitici . La posa della gabbia d’armature avviene con idonei mezzi di sollevamento e il getto del calcestruzzo è realizzato impiegando un tubo di convogliamento costituito da sezioni non più lunghe di 3m di tubo in acciaio avente un diametro interno di 20-25 cm, provvisto all’estremità superiore di una tramoggia di carico e mantenuto sospeso da un mezzo di sollevamento posizionato a circa una trentina di centimetri dal fondo della perforazione, innalzando il medesimo contestualmente alla fase di riempimento.

Parametri di progetto

  • dimensioni planimetriche e profondità di scavo

  • armatura metallica (gabbia)

  • caratteristiche del cls

Fasi lavorative

  • realizzazione dei cordoli guida

  • preparazione , stoccaggio e maturazione del fango bentonitico

  • scavo del pannello

  • posa gabbia d’armatura

  • getto del calcestruzzo

placeholder image
Iniezioni_chimico_cementizie_injectosond

Iniezioni chimico cementizie
a sezione e pressione controllata

Consiste nella iniezione di consolidamento e o impermeabilizzazione dei terreni mediante permeazione della miscela di iniezione nei vuoti del terreno e/o negli spazi di fessurazione degli ammassi rocciosi. La preventiva posa in opera del terreno di una canna in PVC o in altro materiale preventivamente valvolata permette, mediante apposito otturatore, di isolare la singola valvola ed iniettare attraverso la medesima la miscela consolidante e /o impermeabilizzante nelle quantità e con le pressioni progettamene previste.
La continua registrazione dei parametri di iniezione (pressione, portata,) unitamente alla esatta localizzazione (n. canna, n. valvola) consentono un trattamento dettagliata delle condizioni puntuali del terreno da trattare.

Fasi operative

  • perforazione

  • posa in opera della canna minita delle valvole (manchettes)

  • iniezione della miscela di guaina per il riempimento della corona circolare tra l’ esterno della canna e le pareti del perforo

  • iniezione a e pressione della miscela di progetto

Parametri di progetto

  • tipologia miscela di iniezione

  • pressione massima di iniezione

  • volume massimo di iniezione

  • massima portata di iniezione

  • numero di passate su ogni singola valvola

Injectosond iniezioni%20_chimico_cementizio01Injectosond iniezioni%20_chimico_cementizio02
Injectosond iniezioni%20_chimico_cementizio03
Jet grouting

Jet grouting

Tecnica di consolidamento del terreno mediante la miscelazione del terreno in sito con miscele cementizie e/o bentonitiche.
La miscelazione avviene mediante il getto ad alta pressione (300-500 bar) di fluido stabilizzante con conseguente miscelazione idraulica del terreno causata dalla rottura dei legami di mutuo incastro tra i granuli del terreno .
Il consolidamento della miscela iniettata determina nel volume di terreno trattato una sostanziale modifica delle caratteristiche di resistenza e/o permeabilità.

Fasi lavorative

  • perforazione a distruzione di nucleo fino al raggiungimento della massima profondità massima di trattamento;

  • iniezione del fluido di consolidamento attraverso ugelli calibrati e contestuale rotazione e traslazione verticale dell’asta.

Parametri di progetto

  • componenti e densità della miscela

  • diametro ugelli

  • velocita di rotazione

  • velocità di traslazione verticale

Injectosond jetting-18IMG_20180511_093128[1]
Injectosond jetting-16Injectosond jetting-19
micropali

Micropali

Pali di piccolo diametro (100-300 mm) che contengono un elemento strutturale portante.
L'elemento strutturale può essere costituito da armatura tubolare, da profilati in acciaio o da barre di acciaio ad aderenza migliorata.
L'iniezione di solidarizzazione del armatura metallica con il terreno circostante può essere a bassa o alta pressione:

  • bassa pressione mediante iniezione di boiacca o malta cementizia attraverso apposita tubazione posizionata a fondo foro con conseguente riempimento dal basso verso l’alto;

  • alta pressione (solo nel caso di armatura tubolare) mediante l'iniezione, successiva alla fase di formazione della guaina eseguita attraverso valvole preventivamente posizionate lungo l armatura metallica.

Fasi lavorative

  • perforazione a distruzione di nucleo fino al raggiungimento della massima profondità massima di trattamento;

  • iniezione del fluido di consolidamento attraverso ugelli calibrati e contestuale rotazione e traslazione verticale dell’asta.

Parametri di progetto

  • componenti e densità della miscela;

  • diametro ugelli;

  • velocita di rotazione;

  • velocità di traslazione verticale.

Injectosond micropali-10Injectosond micropali-21
Injectosond micropali-22Injectosond micropali-20
pali_injectosond

Pali trivellati
in Cemento armato

Elementi di fondazione ottenuti mediante scavo a rotazione e/o rotopercussione del terreno e successivo riempimento con calcestruzzo armato. Durante la perforazione la stabilità dello scavo , in presenza di materiali spingenti ,può essere ottenuta con l’ausilio di fanghi bentonitici o altri fluidi stabilizzanti, ovvero tramite l’infissione di un rivestimento metallico provvisorio.
Il getto del calcestruzzo avviene impiegando un tubo di convogliamento costituito da sezioni non più lunghe di 3m di tubo in acciaio avente un diametro interno di 20- 25 cm provvisto all’estremità superiore di una tramoggia di carico e mantenuto sospeso da un mezzo di sollevamento posizionando l’estremità inferiore a circa 30 di centimetri dal fondo della perforazione ed innalzando il medesimo contestualmente alla fase di riempimento.

Pali cfa

Il palo ad elica continua è un palo trivellato a rotazione eseguito mediante infissione nel terreno di un’elica continua di lunghezza equivalente alla massima profondità di scavo.
Raggiunta la quota di progetto il cls viene pompato attraverso il tubo centrale dell’elica contestualmente alla fase di estrazione dell’elica.
Il getto avviene a pressione e portata controllata in funzione della velocità verticale di estrazione .
La gabbia di armatura viene messa in opera , a getto ultimato, mediante infissione della medesima nel cls fresco con l’eventuale ausilio di un vibratore.

Fasi lavorative

  • perforazione a rotazione e/o rotopercussione;

  • posa gabbia d’armatura;

  • Getto del calcestruzzo.

Parametri di progetto

  • diametro e profondità della perforazione;

  • lunghezza della perforazione;

  • specifiche sulle dimensioni della gabbia e diametro delle barre di armatura;

  • caratteristiche del cls.

Injectosond pali trivellati cemento armatoInjectosond pali trivellati cemento armato
Injectosond pali trivellati cemento armatoInjectosond pali trivellati cemento armato
pareti_chiodate_injectosond

Pareti chiodate
soil nailing

Il soil nailing  (pareti chiodate) è un sistema di stabilizzazione del fronte di scavo mediante la realizzazione per fasi in sottomurazione di fasce di terreno, di altezza variabile, stabilizzate mediante l'esecuzione di chiodature passive solidarizzate con idonea testa di ancoraggio ad un rivestimento di spritz beton armato di spessore variabile.

Fasi lavorative

  • scavo di sbancamento e di profilatura di una fascia di terreno di altezza variabile;

  • realizzazione di chiodature (tiranti passivi);

  • posa in opera di rete metallica;

  • realizzazione spritz beton;

  • ripetizione delle fasi suddette sulla fascia di terreno sottostante.

Parametri di progetto

  • armatura, lunghezza ed interasse delle chiodature;

  • spessore ed armatura della parete di spritz armato;

  • altezza delle varie fasce di intervento.

Injectosond pareti-chiodate-15Injectosond pareti-chiodate-14
Injectosond pareti-chiodate-13Injectosond pareti-chiodate-12
injectosond_perforazioni_guidate

Perforazione hdd o Toc

(Horizontal Directional Drilling - Trivellazione Orizzontale Controllata)

La tecnologia HDD, nella sua accezione classica, prevede più fasi operative:

  • trivellazione di un foro pilota, utilizzando una batteria di perforazione teleguidata che consente deviazioni plano-altimetriche controllate;

  • alesatura del foro pilota, tramite ripetuto passaggio di speciali alesatori definiti in funzione del tipo di terreno e delle condizioni imposte dal progetto;

  • varo della condotta definitiva all’interno del foro così realizzato.

La localizzazione in tempo reale dell’utensile entro il terreno durante l’avanzamento della perforazione (e quindi la misura della posizione e la determinazione della traiettoria percorsa) può essere effettuata mediante due principali famiglie di sistemi, in funzione della profondità dal piano campagna, delle condizioni al contorno e della precisione richiesta: sistemi Walk over e sistemi magnetici (MGS acronimo di Magnetic Guidance System).
I sistemi Walk over, più semplici, meno precisi e applicabili solo per profondità limitate e con particolari condizioni al contorno, si basano tipicamente sull’impiego di un trasmettitore radio, montato all’interno di un’asta dietro la punta di perforazione (sond housing), e di un opportuno ricevitore, manovrato in superficie da un operatore che, muovendosi in prossimità della verticale del trasmettitore di fondo foro (da qui il nome sistema walk-over), rileva le caratteristiche fondamentali del campo elettromagnetico generato dal trasmettitore. Nell’ambito dei consolidamenti la tecnica di perforazioni hdd consente di trattare terreni in zone non diversamente raggiungibili (es. consolidamenti al di sotto di edifici esistente) mediante la posa di tubi in PVC opportunamente valvolati attraverso i quali è possibile effettuare iniezioni chimico/cementizie. Ulteriore possibile applicazione è quella della realizzazione di dreni direzionati.

Indagini Geognostiche e prove geotecniche in situ

Indagini finalizzate alla caratterizzazione dei terreni nonché alla determinazione dei parametri geotecnici mediante il metodo diretto con prelievo di carota continua di terreno indisturbato e successive prove di laboratorio nonché con metodologie indirette (georadar, sismica etc.);

  • studi di caratterizzazione geologica geotecnica ed idrogeologica (sondaggi geognostici, prove in situ);

  • monitoraggi geotecnici mediante posa in opera di inclinometri, assestimetri, estensimetri fessurimetri ecc;

  • prove di permeabilità in foro tipo Lefranc e Lugeon;

  • prove pressometriche;

  • georadar e sismica a rifrazione;

  • studi di caratterizzazione geologica ed idrogeologica;

  • auditing ambientale per discariche attive o in progetto per aree industriali dismesse.

Injectosond hdd-11Injectosond hdd-11
Injectosond hdd-11Injectosond hdd-11
sondaggi

sondaggi

"Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum

Fasi lavorative

  • Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa

  • Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa

  • Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa

  • Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa

  • Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa

Parametri di progetto

  • Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa

  • Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa

  • Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa

placeholder imageplaceholder image
placeholder imageplaceholder image
pittogramma_injectosond_grigio_chiaro
RAGIONE SOCIALE

Injectosond Italia Srl
Via Ilva 4/4B
16128 Genova


CCIAA Genova n. 348457
C.F. 01366160420
P.I. 03530780109
SEDE AMMINISTRATIVA E UFFICI

16011 Arenzano GE
Piazza C. Golgi 25/C

☎︎ +39 010 9131 047 

 info@injectosond.it 

Maps
MAGAZZINO

15060 Silvano D'orba AL
Via Casale Bitona, 5


Privacy Policy

Cookies Policy
flogo HexRBG-Wht-100

COVID-19
I nostri uffici sono completamente operativi e contattabili telefonicamente o tramite email.
Eventuali incontri sono possibili esclusivamente su appuntamento e rispettando le attuali procedure normative.